Caratteristiche della carne

Proprietà organolettiche uniche

E’ alquanto buffo poter pensare che un bisonte, così imponente e selvaggio, possa essere associato a un pesce, eppure la sua carne, oltre che essere una vera prelibatezza per palati che cercano un sapore ricco e deciso, è una grande alleata per chi presta attenzione al proprio benessere. Dal punto di vista organolettico la carne di bisonte è molto gustosa e tenera e ben si adatta ai gusti contemporanei in fatto di carne bovina, ha un aspetto brillante, appetitoso ed un gusto eccellente.

Scopri le sue proprietà nutrizionali.

OMEGA 3 E OMEGA 6

Presenta un equilibrato contenuto di Omega-3 e Omega-6 che la rendono molto simile alla carne del pesce, per questo il bisonte è soprannominato il “salmone delle praterie”.

POVERA DI GRASSI

La carne del bisonte è un’ottima alleata per chi presta molta attenzione al proprio benessere fisico: presenta meno grassi saturi, calorie e colesterolo della carne bovina e suina.

RICCA DI FERRO E PROTEINE

La carne di bisonte contiene una quantità di ferro superiore del 69% rispetto alla carne di manzo. Superiore è anche la qualità e la quantità delle proteine ed è ricca di fosforo, rame, zinco, vitamine B6 e B12.

Caratteristiche della carne di bisonte

La carne di Bisonte è una carne estremamente tenera, altamente digeribile, si scioglie come un burro al palato pertanto non necessita di frollatura, viene venduta fresca risultando di un colore rosso acceso. Alleviamo i nostri Bisonti allo stato brado, senza l’uso di antibiotici e ormoni è emozionante vederli correre e giocare dentro l’allevamento, si rincorrono e si scontrano con le loro grandi corna, imitando un combattimento nella fase di gioco, poi prendono e scappano alla velocità di quasi 60 km/h.

Prediligere una carne fresca e Made in Italy significa scongiurare l’irradiazione che subiscono le carni provenienti dall’estero (il passaggio sotto i raggi gamma) , transizione che determina non solo l’abbattimento dei batteri (ma contribuisce a rallentare il deterioramento del prodotto che così può arrivare ad avere una shelf-life di 6 mesi) ma la demolizione e la distruzione di buona parte delle proprietà nutrizionali del prodotto, quali proteine e vitamine, portando sulle nostre tavole una carne che non ha più niente delle sue uniche qualità, modificandone la composizione chimica e il profilo nutrizionale.